COME RIDURRE IL DEBITO CON EQUITALIA? TRAMITE L’ESDEBITAMENTO!

Fraterno amico lettore,

se sei un nostro assiduo followers, penso che tu conosca la storica attenzione che poniamo verso le ingiustizie che si perpetrano specialmente nei confronti dei deboli, degli onesti o degli indifesi che, per vari motivi, non possono o non riescono a garantirsi un’adeguata difesa dei propri inviolabili diritti!
In questo articolo, la nostra attenzione si focalizza sulla misconosciuta “LEGGE SALVA-SUICIDI” chiamata impropriamente così perché spesso determina l’ultima spiaggia per i privati e piccole imprese, per risanare i propri debiti con il soffocante fisco. Questa norma la conoscono veramente in pochi e ci siamo resi conto che quando se ne parla, la gente coinvolta nelle dinamiche debitorie NON CI CREDE, pensa sia una bufala, ma sfido chiunque a visionare e contraddire le testimonianze in basso, circa l’entrata in vigore della Legge n. 3 del 2012 (modificata dal D.L. 179/2012 convertito dalla Legge n. 221/2012).
ESDEBITAMENTO
Enunciamo che questa legge sia una delle poche cose buone che abbia realizzato il Governo Monti, ma siamo rabbrividiti quando abbiamo scoperto che tale norma riceve i dettami europei fissati già nel 1989 e che mentre in Europa si sono risolti favorevolmente circa 3,5 Mln di casi, in Italia sembra essere rivestita da un alone di omertà, non se ne parla affatto, non se ne discute, ma è ora di dire BASTA, dobbiamo aiutare coloro che sono in serie difficoltà, tramite un nostro piccolo contributo!
CHI SONO I DESTINATARI DELLA NORMA
Sono i soggetti “non fallibili“, come le persone fisiche (cioè i privati), i consumatori, i lavoratori autonomi, i liberi professionisti, gli imprenditori agricoli, gli imprenditori sotto-soglia, gli enti non economici ed anche imprese in fase di avvio (le cosiddette Start Up).
OBIETTIVO DELLA NORMA
Mira ad eliminare quello stato di perenne indebitamento che molti privati e piccole imprese sono costretti a subire, specie dopo la modifica peggiorativa della capacità realizzative (tipiche della crisi economica attuale),  accedendo ad un accordo o ad un piano di risanamento agevolativo con il creditore, al fine di eliminare l’esposizione debitoria ed avere così, l’opportunità di poter ripartire e vivere nuovamente una vita di fiducia nel proprio futuro ed in quello dei propri cari, debellando possibilità di atti estremi!
COME FUNZIONA, SINTETICAMENTE 
Questa procedura concorsuale si affianca a quelle già previste dalla Legge Fallimentare (concordato preventivo e gli accordi di ristrutturazione dei debiti) ed è applicabile a tutti quei soggetti che sino ad oggi erano stati discriminati, per proporre ipotesi alternative al fallimento al fine di soddisfare i creditori. Secondo te, per un creditore é meglio avere un 20 subito o un 100 a “babbo morto”? E’ meglio rimettere a lavorare il debitore “scontando” il suo debito, oppure mettere tutto all’asta con la speranza di ricavarci di più?
Il procedimento, mette sotto la lente d’ingrandimento le difficoltà economiche del debitore, confrontando la sua reale disponibilità economica passata ed attuale con il complesso dei debiti contratti, e nella maggior parte dei casi, l’esito del confronto risulta enormemente sproporzionato.
SE VA IN PORTO?
Se l’accordo viene approvato dal Giudice, il debitore ottiene la cosiddetta “ESDEBITAZIONE” che permette di ridurre il debito a quanto effettivamente lo stesso è in grado di pagare in base alle sue disponibilità effettive ed attuali, ed il resto del debito viene decurtato…hai capito bene, DECURTATO!
REQUISITI
Orbene, i requisiti soggettivi ed oggettivi da soddisfare al fine della presentazione della domanda, sono molto selettivi, altrimenti lo farebbero tutti! Non stiamo qui a raccontarteli, perché non ci capiresti nulla a causa dei notevoli tecnicismi. Per tali motivi, quindi, è importante rivolgersi a organismi abilitati, che vagliano la documentazione in tuo possesso, sanno come e dove richiedenti le mancanti, per poi presentare presso il Tribunale competente un piano di rientro per i debiti contratti. Una cosa importantissima è che il giudice non deve giudicare, ma solo avvallare favorevolmente il procedimento, qualora ci siano tutti i documenti necessari al vaglio!
ESCLUSIONI
Motivi di esclusione sono:
-limiti dimensionali, di cui è inutile parlare ora perché non quantificabili;
-la concomitanza di altre procedure concorsuali;
-l’utilizzo, nei 5 anni precedenti, dei benefici della legge sul sovraindebitamento;
-destinatario di provvedimento di annullamento o revoca di un accordo o piano del consumatore omologati;
-documentazione inappropriata; 
-ecc. ecc.
 
TESTIMONIANZE SERIE
Ovviamente, se non credi a noi, crederai alle persone che sono già state destinatarie degli effetti di questa norma: Video delle Iene.
Casi reali in sentenze già emesse e precedenti giurisprudenziali:

-Trib. Pistoia 27.12.2013

-Trib. Pistoia 19.11.2014
-Trib. Busto Arsizio 15.09.2014
-Trib. Busto Arsizio 16.09.2014
-Trib. Vicenza 29.04.2014
COME TI AIUTEREMO?
  • Concedendoti una consulenza professionale GRATUITA dal nostro Team di professionisti accreditati e diffusi sul territorio nazionale;
  • Assistendoti necessariamente per preparare l’intera documentazione richiesta in circa 100gg, a seconda dei casi specifici;
  • Ottenendo ogni certificato necessario, conseguito presso i vari enti/uffici;
  • Presentando l’istanza di sovraindebitamento al Tribunale con effetti certi in poche settimane!

In ultima analisi, considerata la complicata matassa normativa nella quale la norma interagisce, ti consigliamo d’avvalerti della consulenza gratuita per poi decidere al meglio circa il da farsi. Se il presente articolo ha destato vivo interesse in te, probabilmente tu o qualche tuo amico non ve la state spassando benissimo e per tale motivo vorremmo appena ricordare che tale procedimento è finalizzato a permettere alle famiglie ed ai piccoli imprenditori di ritrovare il sorriso, la gioia di vivere, eliminando l’asfissiante cappio determinato da pesanti situazioni debitorie, concedendoti una nuova opportunità di vita.

Infine, per ricevere ulteriori informazioni per iscritto non devi fare altro che andare sulla pagina “Contatti” per ottenere una risposta da un nostro consulente!

Se, invece, vuoi fruire della CONSULENZA GRATUITA PER APPUNTAMENTO, dovrai solo compilare, firmare e rispedirmi alla Mail specificata qui in basso, il form che potrai SCARICARE CLICCANDO QUI! 

Insieme a noi potrai vincere e tornare a vivere!

Tony Locorriere
Mail diretta: locotony@hotmail.it
Skype: tonyloco69
Cell. / Sms / WhatsApp: 3472562497
La presente pagina, come tutte le nostre produzioni, è coperta da diritti di “Riproduzione Riservata”!

condividi la pagina sui tuoi social
Taggato con: , , , , , , , , , , , , | Pubblicato in Approfondimenti, News
2 commenti su “COME RIDURRE IL DEBITO CON EQUITALIA? TRAMITE L’ESDEBITAMENTO!
  1. mario scrive:

    Informazione sulla possibilità dl riduzione dei debiti con equItalia agenzia delle entrate mutuo bancario mutuo per rientro fidi E PRESTITO COnpas 0 FORNITORI motivo chiusura attività artigiana per motivo di salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Categorie
Shares